Una stampa fotografica è un perfetto complemento d’arredo che può donare colore e profondità ad una parete. E’ inoltre un regalo originale da fare, soprattutto se la fotografia rappresenta un luogo caro per chi la riceve.

Tutte le mie fotografie vengono stampate da Imprimere, laboratorio professionale con sede a Boves (Cuneo).

Potete scegliere qualsiasi misura e formato ma ricordate che le mie foto hanno al 99% formato 3:2 per le orizzontali e 4:5 per le verticali e cambiando il formato sarà necessario ritagliare parte della foto. Chiedetemi un consiglio, sarò lieto di risolvere i vostri dubbi.

LE SOLUZIONI PIU’ PRATICHE

CARTA STAMPATA

E’ la soluzione più economica. Riceverai la tua fotografia stampata e arrotolata. Potrai farla incorniciare o inserirla in una cornice già fatta (es. IKEA).

I tipi di carta che potete scegliere sono diversi, più in basso potete leggere i diversi tipi e i miei consigli.

FOTOGRAFIA SU PANNELLO PIUMA / DIBOND

Riceverai la tua fotografia applicata ad un pannello Piuma da 10mm o 19mm o Dibond 3mm. Per le caratteristiche dei due pannelli scorri in basso alla sezione “SUPPORTI”. NB: pannello Dibond è leggermente più costoso del pannello Piuma.

La carta sarà scelta da te e, insieme al pannello, riceverai dei supporti adesivi semplicissimi da applicare per poter appendere subito la tua stampa.

MOSTRA FOTOGRAFICA

Questo è il prodotto finito che utilizzo quando espongo in mostre fotografiche.

E’ l’opzione più costosa ma anche quella più di impatto. Sarà usata una carta baritata museale (qualità invariata per 100 anni) montata su un pannello Dibond e incorniciata su misura da un laboratorio artigianale. C’è ovviamente la possibilità di inserire un passpartout che darà maggior profondità e impatto alla fotografia. Possibilità di mettere un vetro polarizzato per preservare ulteriormente la stampa dagli agenti esterni presenti in casa (umidità, prodotti derivanti dalla cottura dei cibi ecc). Il vetro polarizzato ha un effetto invisibile, privo di riflessi.

A richiesta, le fotografie potranno essere firmate sul retro.

CARTE

Per quanto riguarda il tipo di carta il mio consiglio ricade su due tipi: Photo Rag e Baryta. Entrambe sono di qualità museale, ovvero studiate per essere esposte con la massima qualità e durare fino a 200 anni senza perdere le loro proprietà. Rispetto alle carte fotografiche tradizionali hanno la capacità di assorbire i colori in maniera nettamente migliore e di mantenere la gamma cromatica originale, nonché un’altissima risoluzione, fino a 2880 dpi.

La carta Photo Rag è una carta bianca fotografica e artistica 100% cotone. L’eccezionale e uniforme punto di bianco è ottenuto nella fase di lavorazione introducendo minerali naturali. Ha il pregio di non avere nessun tipo di riflesso, pertanto è adatta ad ambienti molto luminosi che la sappiano valorizzare. I colori e la nitidezza sono al top. L’unico difetto è che non riflettendo la luce come una carta tradizionale risulta meno brillante. Deve essere quindi esposta a molta luce, naturale e/o artificiale per dare il meglio di sé.

La carta digitale Baryta è una carta di qualità museale. Ha il pregio di fornire una gamma dinamica molto estesa, in termini di luminosità e di colori. Possiede un unica sensazione “touch and feel” che rimanda alla tradizionale carta da camera oscura e contiene nel coating solfato di bario, che aumenta la tipica riflessione gloss, Dmax superiore, ampio gamut e definizione dell’immagine. La consiglio quando la stampa finirà in una stanza senza molte fonti di illuminazione. In questo modo il problema dei riflessi sarà minimizzato.

Nulla vieta di scegliere carte più economiche. Per risparmiare io consiglio sempre la carta Luster. Questa carta, dall’eccezionale rapporto qualità/prezzo, ha una superficie ricoperta di resina microporosa con una particolare finitura ad effetto satinato che dona ad ogni immagine una personalità unica.

SUPPORTI

Se invece preferite che la vostra fotografia sia già pronta per essere appesa potete scegliere questi supporti.

Dibond: L’alluminio Dibond è un pannello cosiddetto “a sandwich” ovvero composto da due lamine esterne di alluminio molto sottili – di solito attorno agli 0.3 mm – al cui interno c’è un’anima in polietilene. La superficie esterna è invece verniciata a base poliestere in modo da aumentarne la durevolezza e la resistenza ad agenti esterni.

I pannelli Piuma sono dei pannelli compositi costituiti da un’anima centrale e due lamine esterne.
L’anima centrale detta anche core è in poliestere e conferisce l’80-90% dello spessore oltre che la leggerezza del pannello. La struttura interna è in schiuma.

Telaio: la classica tela d’arte montata su di un telaio in legno.

Se preferite invece che la vostra foto venga incorniciata c’è la possibilità di farlo tramite un corniciaio con cui collaboro abitualmente per le mie mostre. 

Richiedi il listino prezzi completo, sia su whatsapp che per e-mail. Potrai così decidere tu quale opzione acquistare.